chi sono

Mi chiamo Lorenzo. Ho un anno. Entrate e scoprite il mio mondo.

Lorenzo, Socrate e Platone

September 28th, 2013

Oggi sono stata a una giornata di studi di psi. Si è parlato, fra l’altro, dello sguardo, in particolare madre-bambino. Rimando a un brano che scrissi per un libretto di Nonnik per Lorenzo, “Occhi di sole”, 2008. Non posso riportarlo tutto, ma faccio qui un’aggiunta. Si tratta di uno stralcio di un dialogo attribuito a Platone che è stato letto oggi al convegno. A conferma che Lorenzo è un grande. Ah, credo che ci sarebbe da citare anche un brano di Donald Winnicott, ma devo ancora trovarlo.
Da “Alcibiade primo”:
Socrate: Non hai mai notato che il volto di chi guarda nell’occhio appare riflesso come in uno specchio, nella parte dell’occhio di chi si trova di fronte, che chiamiamo anche “pupilla”, dato che è un’immagine di colui che osserva? (Nota: “pupilla” viene dal latino “pupilla”, “bambina”, “bambolina”; nell’originale greco la parola è “kore”, con analoghi significati: l’immagine riflessa nell’occhio è infatti un’immagine piccolina di colui che è osservato).
Alcibiade: Ciò che dici è vero.
Socrate: Pertanto, se un occhio ne contempla un altro e guarda dentro la sua parte migliore, con cui anche vede, può osservare se stesso?
Alcibiade: Mi sembra di sì.
Lorenzo ci era arrivato a quattro anni! Ed era andato oltre, dicendo alla mamma: “Ma allora (se io mi vedo riflesso nei tuoi occhi), tu sei nei miei!”
Zia Monica

Fra passato e futuro, 6 anni

February 26th, 2010

Ho chiesto a Lorenzo cosa desiderasse per il suo compleanno. Una delle prime, pochissime cose che mi ha chiesto è stata “il libro delle cornicette”. Per chi non lo sapesse, si tratta di un libro che insegna a fare cornicette e disegnini utilizzando come guida i quadratini dei fogli a quadretti.
Le cornicette si usavano ai miei tempi, quarant’anni fa, e secondo me poi per decenni sono state abolite, anche se in realtà non ne sono sicura. Caterina, tre anni fa, in prima elementare, le faceva (e per lei erano un incubo). Non ricordo Elia impegnato in questa attività. Comunque, in classe di Lorenzo le usano.
Mi è sembrato così bello, così da Lorenzo, chiedere un semplice libro delle cornicette. Lui, che gioca come un mago con la PSP… Così deliziosamente retrò, così da bimbo paziente qual è… E da bambino a cui piace esser bambino. Da saggio. Come quando, sei-sette mesi fa, Elia disse che si sentiva pronto per vedere “Jurassic Park” e Lorenzo sentenziava che no, per quanto lo riguardava, lui non lo era.
Ho trovato il libro ed è stato contento.
E domani, insieme a zio Bruno e a zia Fiorella, alla tua festa - un po’ posticipata per coincidenze canrnevalesche -, ti regaleremo un mini iPod per sentire la musica.
Perché sì, anche l’iPod era fra i tuoi desideri. Da bambino a cui piace anche crescere.

Zia Monica

Cena nel deserto

October 18th, 2009


Magica foto, tenera, malinconica, luminosa, dolcissima. Lorenzo è incantato e incantevole. Nonnik

Eli e Lo in Egitto

October 18th, 2009


Evidentemente una vacanza insolita e assolutamente felice.